La Medaglia d’Oro al Merito Civile

rovine minturno guerraMinturno fu coinvolta e sconvolta dalla tragedia della Seconda Guerra Mondiale. Il paese pagò uno dei più alti tributi, in termini di vittime, feriti e danni e nel 1998 è stata insignita della Medaglia d’Oro al Merito Civile.

Questa la motivazione: «Durante l’ultimo conflitto mondiale, la città ed il suo contado, situati a ridosso della Linea Gustav, furono teatro di durissime battaglie e violenti bombardamenti che provocarono numerose vittime ed ingenti danni. Cittadini, inermi e stremati dalle privazioni, furono passati per le armi dalla rappresaglia dell’esercito tedesco in ritirata. Innumerevoli furono gli esempi di amore alla Patria e di nobile spirito di sacrificio. 1943-1944 Minturno (LT)».

Oltre a Minturno, lo Stato Italiano ha conferito riconoscimenti a quei Comuni che si sono contraddistinti per il sacrificio subìto durante la Seconda Guerra Mondiale e lungo la Linea Gustav. Di seguito sono riportati i comuni decorati con le motivazioni del conferimento.

Ausonia (FR) – Medaglia d’argento al Merito Civile
Data del conferimento: 26/07/2000; Motivo del conferimento: “Occupata dai tedeschi, durante l’ ultimo conflitto mondiale si trovò al centro di numerosi combattimenti, subendo bombardamenti e rappresaglie che provocarono lutti, sacrifici e danni ingentissimi. La popolazione poi, seppure provata dagli stenti e dalle violenze, si prodigò in aiuto dei numerosi profughi dei paesi vicini, offrendo un’ ammirevole prova di generoso spirito di solidarietà – Ausonia (FR), 1943-1944”.

Castelforte (LT) – Medaglia d’oro al Valor Civile
Data del conferimento: 28/11/2002; Motivo del conferimento: “Centro strategicamente importante, situato sulla linea Gustav, durante l’ultimo conflitto mondiale si trovò al centro degli opposti schieramenti, subendo ogni sorta di violenza dalle truppe tedesche e marocchine e un gran numero di bombardamenti da parte alleata, che provocarono numerose vittime civili e la quasi totale distruzione dell’abitato. La popolazione tutta con fierissimo contegno, resistette alle più dure sofferenze, offrendo un’ammirevole esempio di coraggio ed amor di patrio – Castelforte (LT), 1943 – 1944”.

Castelnuovo Parano (FR) – Medaglia d’oro al Merito Civile
Motivo del conferimento: “Piccolo Comune di un migliaio di abitanti, occupato per la posizione strategicamente favorevole dall’esercito tedesco a difesa della linea Gustav, fu oggetto di violenti rastrellamenti da parte delle truppe naziste e selvaggi bombardamenti che provocarono numerose vittime civili e la quasi totale distruzione del centro abitato. Con l’arrivo degli alleati il paese subì, poi, una serie di furti e saccheggi e dovette registrare alcuni atti di efferata violenza su donne da parte delle truppe marocchine. Ammirevole esempio di spirito di sacrificio ed amor patrio — Castelnuovo Parano (FR), 1943-1944”.

Coreno Ausonio (FR) – Medaglia d’argento al Merito Civile
Data del conferimento: 08/02/2001; Motivo del conferimento: “Situato in posizione nevralgica, all’indomani dell’armistizio subì con animo fiero la spietata reazione tedesca. Sebbene privata dell’ essenziale dalle razzie dell’ occupante e provata dalle violenze e dai bombardamenti subiti, la popolazione tutta offrì splendidi esempi di umana solidarietà e grande spirito di abnegazione – Coreno Ausonio (FR), 1943 – 1944”.

Esperia (FR) – Medaglia d’oro al Merito Civile
Motivo del conferimento: “Piccolo Comune con pochissime migliaia di abitanti, occupato per la posizione strategicamente favorevole dall’esercito tedesco impegnato a difesa della linea “Gustav”, fu obiettivo di ripetuti e selvaggi bombardamenti che provocarono numerosissime vittime civili e la quasi totale distruzione dell’abitato. Con l’arrivo degli alleati il paese subì, poi, una serie impressionante di furti, omicidi e saccheggi e dovette registrare più di settecento atti di efferata violenza su donne, ragazze e bambini da parte delle truppe marocchine. Ammirevole esempio di spirito di sacrificio e elette virtù civiche  — Esperia (FR), Ottobre 1943 – Maggio 1944”.

Sant’Apollinare (FR) – Medaglia d’argento al Merito Civile
Motivo del conferimento: “Piccolo centro, situato sulla linea Gustav, durante l’ultimo conflitto mondiale, fu bersaglio di numerosi e violenti bombardamenti aerei e terrestri che causarono la morte di centosessanta cittadini, tra cui anziani, donne e bambini ed ingentissimi danni all’abitato e al patrimonio artistico. Splendido esempio di spirito di sacrificio ed amor patrio — Sant’Apollinare (FR),  1943 – 1944”.

Sant’Andrea del Garigliano (FR) – Medaglia d’argento al Merito Civile
Data del conferimento: 11/03/2002; Motivo del conferimento: “Comune situato sulla linea Gustav, occupato dai tedeschi, durante l’ultimo conflitto mondiale si trovò al centro di numerosi combattimenti, subendo bombardamenti e rappresaglie che provocarono lutti, sacrifici e la distruzione della totalità dell’abitato. La popolazione, seppure provocata dagli stenti e dalle violenze, si prodigò poi, con fierezza e coraggio, nelle difficile opera di ricostruzione. Settembre 1943 – maggio 1944, Sant’Andrea del Garigliano (FR)”.

Santi Cosma e Damiano (LT) – Medaglia d’oro al Valor Civile
Data del conferimento: 28/11/2002; Motivo del conferimento: “Comune situato in posizione nevralgica, durante l’ultimo conflitto mondiale si trovò al centro degli opposti schieramenti, subendo ogni sorta di violenza dalle truppe tedesche e marocchine e un gran numero di bombardamenti da parte alleata, che provocarono numerosissime vittime civili e la quasi totale distruzione dell’abitato. I sopravvissuti, costretti a trovare rifugio in varie località, resistettero impavidi agli orrori e ai disastri della guerra, offrendo un’ammirevole prova di coraggio ed amor patrio – 1943/1944, SS. Cosma e Damiano (LT)”.

San Vittore del Lazio (FR) – Medaglia d’argento al Merito Civile
Motivo del conferimento: “Centro strategicamente importante, situato sulla linea Gustav, durante l’ultimo conflitto mondiale, si trovò al centro degli opposti schieramenti, subendo violente rappresaglie e razzie dalle truppe tedesche e devastanti bombardamenti da parte alleata, che causarono la morte di numerosissimi cittadini e la totale distruzione dell’abitato. Splendido esempio di spirito di sacrificio ed amor patrio — S. Vittore del Lazio (FR), 1943 – 1944”.

Spigno Saturnia (LT) – Medaglia d’Argento al Merito Civile
Motivo del conferimento: «Centro strategicamente importante posto sulla Linea Gustav, fu oggetto di violenti rastrellamenti da parte delle truppe naziste e selvaggi bombardamenti che provocarono numerose vittime civili e la totale distruzione dell’abitato. La popolazione fu costretta ad abbandonare i propri beni e trovare rifugio in montagna, tra stenti e sofferenze. Con l’arrivo degli alleati il paese dovette registrare, poi, alcuni atti di efferata violenza su concittadine da parte delle truppe marocchine. Ammirevole esempio di spirito di sacrificio ed amor patrio».

Vallemaio (FR) – Medaglia d’argento al Merito Civile
Data del conferimento: 21/12/1999; Motivo del conferimento: “Situato in posizione nevralgica, durante la battaglia di Cassino il Comune subì l’ urto violento dei combattimenti che portarono allo sfondamento del fronte tedesco. La popolazione, con indomito coraggio, patì numerose perdite e ingentissimi danni all’abitato, intraprendendo poi, con fierezza e grande spirito di sacrificio, la difficile opera di ricostruzione – Vallemaio (FR), 1943-1944”.